Fiscalità

Per ulteriori
informazioni chiedere a:
  • Ufficio del personale della propria azienda;
  • Rappresentanze sindacali del personale;
  • Fondo pensione Fopen.

I vantaggi ottenibili nella fase di versamento meritano un’attenzione particolare, sia per l’importanza che rivestono, sia per la complessità che deriva dalle implicazioni fiscali.

Il contributo aderente, il contributo aziendale, gli importi previsti dall’art. 7 co. 9-undecies della L. 125/2015 (soppressione ex Fondo Gas) e l’eventuale quota volontaria vengono dedotti, entro il limite massimo di 5.164,57 euro, interamente dall’imponibile fiscale, operazione effettuata mensilmente in busta paga dall’ufficio del personale della propria azienda.

LIMITE DI DEDUCIBILITA’ PER I LAVORATORI DI PRIMA OCCUPAZIONE SUCCESSIVA AL 1 GENNAIO 2007
Il Dlgs. 252/2005 prevede condizioni di maggior favore per i giovani neo-assunti, al fine di permettere loro un versamento rilevante finalizzato alla previdenza futura. Questi vantaggi decorrono dal quinto anno di iscrizione al Fondo pensione e permangono per i successivi 20 anni.
Il Calcolo:

1. Si calcola quanto si sarebbe potuto dedurre in 5 anni, quindi € 5.164,57 x 5 = € 25.822,85.
2. Si verifica quanto effettivamente si è dedotto nel corso dei 5 anni.
3. A € 25.822,85 si sottrae quanto effettivamente dedotto (punto 2).
4. Il risultato è la deduzione di cui non si ha beneficiato.

Nei 20 anni successivi il limite annuale di € 5.164.57 viene maggiorato di quanto non dedotto nei 5 anni precedenti (punto 4).
N.B. Il limite annuale non potrà comunque eccedere la soglia di € 7.746,86